Domande frequenti

Di seguito è riportato un elenco di domande o argomenti che i proprietari di multiproprietà pongono spesso. Questo elenco viene continuamente rivisto e arricchito. Se non trovate la risposta che cercate, non esitate a telefonarci o a inviarci un'e-mail. I nostri recapiti sono disponibili facendo clic su qui   

Informazioni su EUROC

EUROC è l'associazione ufficiale, indipendente e senza scopo di lucro che continua a stare al fianco dei proprietari di multiproprietà, dei rappresentanti dei comitati dei proprietari e dei team di gestione dei resort dei club e dei resort di multiproprietà di tutta Europa.

Insieme, formano un'alleanza di persone che la pensano allo stesso modo e che hanno lo stesso obiettivo, dovere e impegno nel preservare, proteggere e migliorare il mondo della multiproprietà.

L'obiettivo principale di EUROC è quello di fornire una piattaforma e una rete solida per i rappresentanti dei club e dei resort europei di multiproprietà che si riuniscono - con una voce unificata per l'industria della multiproprietà - per condividere idee, buone pratiche ed esplorare soluzioni per le questioni attuali e potenziali future che hanno un impatto sui proprietari di multiproprietà e sui loro club.

L'organizzazione ha un approccio proattivo, cerca soluzioni e si adopera per ottenere risultati positivi prima che questi abbiano un potenziale impatto sui proprietari di multiproprietà e sui loro club.

Alcune delle aree su cui si concentra l'attenzione di EUROC includono:

  • Promuovere le migliori pratiche nella comunità dei proprietari di multiproprietà.
  • Fornire un "Owner Advice Hub" e agire come fonte legittima di informazioni e supporto per i proprietari di multiproprietà".
  • Consulenza e supporto ai funzionari governativi e agli enti dei consumatori su questioni che hanno un impatto sulla multiproprietà.
  • EUROC offre ai suoi soci collegamenti e una solida rete con club di multiproprietà e professionisti del settore che la pensano allo stesso modo.
  • Tutela dei proprietari di multiproprietà attraverso il suo codice di condotta.
  • Sensibilizzare sulle pratiche fraudolente che colpiscono i proprietari di multiproprietà.

Potete verificare se il vostro club o resort è membro di EUROC scorrendo il nostro Elenco dei soci sul sito web. Questo si trova qui.

Nota bene: se il vostro club o resort è membro di EUROC, riceverete un supporto maggiore. 

Informazioni generali sulla multiproprietà

Il prodotto originale di multiproprietà è un modello di proprietà di vacanze a lungo termine in cui più proprietari acquistano i diritti di utilizzo di una proprietà di un resort, in genere a intervalli settimanali.

I due principali tipi di multiproprietà sono:

  • Settimane in multiproprietà - Il socio ha la possibilità di utilizzare uno specifico resort e tipo di proprietà (ad esempio, un cottage con due camere da letto), in un determinato periodo dell'anno (ad esempio, l'ultima settimana di maggio) e per un certo periodo di tempo, a condizione di pagare le spese di manutenzione o di gestione annuali.
  • Punti in multiproprietà - I soci acquistano ogni anno un numero prestabilito di punti che possono essere utilizzati per prenotare le loro vacanze in varie unità e resort, in una varietà di località in base alla disponibilità.

 

Potrebbero essere disponibili altri prodotti, come la proprietà frazionata o le settimane fluttuanti. Tuttavia, tutto ciò dipende dal portafoglio prodotti dei singoli fornitori di multiproprietà.

Le destinazioni di multiproprietà più popolari in Europa includono:

  • Regno Unito
  • Spagna
  • Portogallo
  • Francia
  • Italia

La multiproprietà offre ai proprietari molti vantaggi. I proprietari possono:

1. Utilizzare personalmente la propria settimana di multiproprietà.
2. Regalare la settimana ad amici e parenti.
3. Affittare la propria settimana a scopo di lucro (questo non è sempre possibile, a seconda delle regole del club).
4. Scambiate la settimana tramite un fornitore di scambio di proprietà come RCI, 7Across, Interval International o UKRE.

Spesso il modello della multiproprietà si rivela un'opzione più economica per le vacanze rispetto all'affitto/acquisto di una settimana attraverso alcune piattaforme di prenotazione online.

Altri vantaggi sono:

  • Accesso a località molto richieste e popolari piuttosto che sperare nella disponibilità di affitti.  
  • Spaziose unità indipendenti con cucine complete, camere da letto separate e servizi del resort.
  • Sistemazione di qualità costante e mantenuta a buoni livelli.
  • Pianificazione avanzata: prenotate con più di 12 mesi di anticipo rispetto agli affitti dell'ultimo minuto.
  • Potenziale risparmio sui costi per decenni di vacanze.
  • Ideale per le generazioni familiari che desiderano coerenza e possono creare tradizioni annuali.
  • La multiproprietà offre affidabilità e comfort ai proprietari che amano tornare ogni anno al proprio club/resort.

Negli ultimi tempi, alcuni fornitori di multiproprietà offrono prodotti alternativi per l'iscrizione alla multiproprietà. Questi prodotti hanno in genere un costo di adesione inferiore e una durata più breve, di solito 3, 5, 7 e 10 anni. Molti soci a breve termine scelgono di rinnovare la loro iscrizione al termine del periodo iniziale.

I prodotti di multiproprietà a lungo termine sono ancora disponibili e si dimostrano ancora popolari. Tuttavia, i prodotti a breve termine ora disponibili offrono ai proprietari opzioni alternative per le vacanze presso i club e i resort in multiproprietà.

In primo luogo, EUROC suggerisce e raccomanda vivamente ai proprietari o ai soci che hanno domande o dubbi relativi alla loro multiproprietà di contattare sempre il loro fornitore di multiproprietà.  

I proprietari che scelgono di non contattare il proprio fornitore di multiproprietà per discutere della loro multiproprietà e che invece scelgono di rivolgersi a una terza parte, potrebbero ritrovarsi a essere vittime di frodi legate alla multiproprietà e potenzialmente a dover sborsare ingenti somme di denaro, senza alcuna garanzia di risoluzione.

Perché i resort affittano le settimane?

Gran parte dei resort in multiproprietà hanno una parte di settimane invendute. Il termine "settimane invendute" significa che il resort dispone di slot per appartamenti che non hanno un proprietario impegnato per quello spazio.

Alcune di queste settimane invendute non sono mai state vendute (potrebbe trattarsi di spazi in bassa stagione), oppure il resort le ha ritirate dai soci che sono stati autorizzati a uscire.

Le ragioni per cui i proprietari di multiproprietà possono uscire sono molteplici, tra cui:

  • Età avanzata e impossibilità di viaggiare
  • Malattia di lunga durata
  • Disagio finanziario
  • Decesso senza eredità familiare

 

L'utilizzo delle settimane invendute aiuta a controllare i costi annuali dei soci

I resort in multiproprietà possono utilizzare le settimane invendute come settimane promozionali in affitto. Ciò significa che le settimane libere possono essere utilizzate per consentire ai non soci di soggiornare e provare l'esperienza del resort in multiproprietà, con l'obiettivo che diventino potenzialmente soci.

Oltre al potenziale vantaggio di acquisire nuovi soci, l'affitto delle settimane invendute al pubblico genera reddito e sostiene i costi operativi complessivi del resort. Grazie alla pratica di affittare le settimane invendute, i resort sono in grado di ridurre il livello di aumento della quota associativa annuale per i proprietari esistenti.

Senza la possibilità di affittare le settimane invendute, le quote associative aumenterebbero drasticamente. Nella maggior parte dei casi, le quote associative annuali sono sostanzialmente inferiori al costo dell'affitto ad hoc.

Metodi utilizzati per affittare le settimane

Negli anni '80, gli affitti di multiproprietà erano ottenuti utilizzando metodi di marketing come la pubblicità sui giornali, i manifesti alle finestre e le promozioni tra gli amici e le famiglie dei soci della multiproprietà. Tuttavia, con l'avvento di motori di locazione come Booking.com e Airbnb, la maggior parte dei resort di multiproprietà può ora mettere in affitto le proprie settimane invendute su questi mercati di alloggi online.

I motori di prenotazione online, come Booking.com, Airbnb, Sykes Cottages e Cottages.com (noti come Online Travel Agents o OTA), applicano commissioni comprese tra 15 e 30% su tutte le prenotazioni. Pertanto, per ragioni di costo, è sempre nell'interesse del resort in multiproprietà incoraggiare un maggior numero di prenotazioni dirette da parte dei consumatori. L'accettazione di una prenotazione diretta elimina la necessità di pagare le commissioni delle OTA e può comportare un enorme risparmio sui costi di marketing del resort.

Alcuni resort offrono servizi di noleggio per i soci

In alcune situazioni, impegni personali e incastri di agenda impediscono ad alcuni proprietari di multiproprietà di utilizzare la propria settimana di multiproprietà. Per aiutare i propri soci, alcuni resort offrono un servizio di noleggio. In questo modo i soci possono contattare il loro resort e chiedere che la loro settimana venga affittata. In alcuni casi, il costo delle quote annuali può essere recuperato attraverso il noleggio.

È ampiamente accettato come buona prassi che i resort gestiscano tutti i noleggi e non permettano ai soci di organizzare i propri noleggi. Quando il resort gestisce i noleggi, può garantire un livello costante di servizio al cliente in arrivo. Inoltre, il resort può garantire una comunicazione efficace e il rispetto dei termini e delle condizioni obbligatorie per il resort e gli ospiti, che proteggono il resort e l'ospite. In questo modo, l'ospite in arrivo potrà godere di un'esperienza di soggiorno senza problemi.

Uscita dalla multiproprietà

A volte i proprietari di multiproprietà devono riconsegnare o vendere la loro multiproprietà per una serie di motivi diversi. In questo caso, i proprietari in cerca di un'uscita possono essere estremamente vulnerabili agli operatori fraudolenti. La maggior parte dei fornitori di multiproprietà ha già un programma di uscita in atto, quindi parlare con il proprio club o resort dovrebbe essere sempre la prima opzione.

In primo luogo, e soprattutto, contattate sempre il vostro fornitore di multiproprietà.
In primo luogo, se state pensando di uscire dalla vostra multiproprietà, EUROC suggerisce e raccomanda vivamente di contattare sempre il fornitore della multiproprietà per discutere le opzioni disponibili. 

Contattare i rappresentanti del comitato di club o del resort
La maggior parte dei fornitori di multiproprietà dispone di un comitato di proprietari che ha il compito di rappresentare e parlare a nome dei proprietari. Di solito, il comitato del club è composto da diversi proprietari di multiproprietà che possiedono anche il club. Pertanto, si consiglia di contattare uno dei rappresentanti del comitato dei proprietari per discutere le opzioni disponibili in caso di domande sull'uscita dalla multiproprietà.

Contattare l'EUROC Timeshare Support Hub
Il centro di assistenza EUROC per la multiproprietà sono a disposizione per fornire un supporto e un orientamento indipendente e confidenziale.

Dettagli di contatto dell'EUROC Timeshare Support Hub:

Modulo online (Clicca qui)

Inviaci un'e-mail (Clicca qui)

Per telefono (Clicca qui)

Se si sceglie di non contattare il fornitore della multiproprietà per discutere le opzioni di uscita e di rivolgersi a una terza parte, si rischia di diventare vittima di una frode legata alla multiproprietà e di dover sborsare ingenti somme di denaro, senza che la multiproprietà sia uscita e con spese di manutenzione arretrate.

Molto dipende dalle politiche e dalle regole in vigore presso il singolo fornitore di multiproprietà. In primo luogo, è necessario contattare il fornitore e chiedere quali sono le opzioni per uscire dalla multiproprietà. A questo punto, è opportuno rivedere il contratto di multiproprietà e i documenti che avete ricevuto al momento dell'iscrizione al club/resort, in quanto la conoscenza dei dettagli specifici della vostra multiproprietà vi aiuterà a velocizzare il processo.

Se si sceglie di non contattare il fornitore della multiproprietà per discutere le opzioni di uscita dalla multiproprietà e ci si rivolge a una terza parte, si rischia di diventare vittima di una frode legata alla multiproprietà e di dover sborsare ingenti somme di denaro, senza che la multiproprietà sia uscita e con spese di manutenzione arretrate.

Ecco alcuni consigli per evitare problemi quando si cerca di uscire e vendere la propria multiproprietà tramite terzi:

  • Se hanno contattato l'utente in modo non richiesto via e-mail, telefono o sms - si tratta probabilmente di un caso di furto di dati.
  • Se vi dicono di non parlare con il fornitore della vostra multiproprietà e di occuparsi solo di loro.
  • Interrompete ogni contatto se vi sentite sotto pressione e incerti.
  • Non credete alle affermazioni di avere un acquirente immediato. Diffidate dei rivenditori che promettono di avere acquirenti pronti all'acquisto. Di solito non è vero e ha lo scopo di ottenere una commissione anticipata da parte vostra.
  • Fate attenzione ai siti web falsi o alle aziende non legittime. - I truffatori creano siti che imitano siti di rivendita di multiproprietà reali, per apparire legittimi. Controllate due volte gli indirizzi dei siti web per assicurarvi che appartengano alla società reale. Fate attenzione ai risultati di una ricerca su Google e fate sempre delle ricerche sulla società prima di interagire con essa.
  • Attenzione ai bonifici bancari a privati - Il trasferimento di denaro direttamente a una persona che dichiara di essere un acquirente è rischioso. Consultate un legale se avete trovato una persona che sembra autentica e che vuole acquistare la vostra multiproprietà da voi. La maggior parte dei truffatori si dilegua rapidamente quando si rende conto del vostro desiderio di ricorrere a un professionista legale. 
  • Evitare le spese iniziali - Fate attenzione a non pagare grandi commissioni anticipate a un rivenditore prima della vendita della multiproprietà. Pagate una commissione solo dopo la chiusura della vendita.
  • Attenzione alle spese di trasferimento elevate - Il trasferimento di un atto non dovrebbe mai richiedere al proprietario spese elevate. 
  • Non consegnare l'atto di proprietà o il certificato di licenza prima del tempo. - Non consegnate mai l'atto di proprietà della multiproprietà a un rivenditore prima che la vendita sia stata conclusa e completata.
  • Non lasciatevi ingannare da prezzi irrealistici - Se un rivenditore dichiara di poter ottenere un prezzo incredibile per la vostra multiproprietà, è probabile che sia troppo bello per essere vero. 
  • Leggete attentamente i contratti prima di firmarli - Assicuratevi che i contratti non prevedano spese nascoste o esenzioni di responsabilità per il rivenditore.
  • Ricercare accuratamente il rivenditore - Controllate le recensioni su Internet, i reclami e la longevità dell'attività prima di accettare di vendere con loro.
  • Fidatevi del vostro istinto. Se un'offerta sembra sospetta o troppo bella per essere vera, allontanatevi.

 

Un'adeguata verifica e un'attenta lettura dei documenti e dei contratti di vendita possono aiutare i proprietari di multiproprietà a evitare le truffe e a vendere con successo la propria multiproprietà. 

Nel Regno Unito, le società che sono regolamentate dalla Financial Conduct Authority (FCA) o che sono quotate presso la Solicitors Regulatory Authority (SRA), sono vincolate da regole operative e normative rigorose.

Se una società è in grado di fornirvi un numero FCA o un numero SRA, potete verificarlo attraverso i registri FCA e SRA.

  • Utilizzare il registro SRA qui 
  • Utilizzare il registro FCA qui
  • Verificare se una società è registrata presso l'Information Commissioners Office (ICO). qui

 

Ulteriori informazioni per i proprietari di multiproprietà che risiedono al di fuori del Regno Unito saranno disponibili a tempo debito. Nel frattempo, se non siete sicuri delle credenziali di una società che sta cercando di aiutarvi a uscire dalla vostra multiproprietà, consultate un professionista legale qualificato.

Se si sceglie di non contattare il fornitore della multiproprietà per discutere le opzioni di uscita dalla multiproprietà e di rivolgersi a una terza parte, si rischia di cadere vittima di una frode in multiproprietà e di dover sborsare ingenti somme di denaro senza che la multiproprietà sia uscita e con spese di manutenzione arretrate.

Ecco alcune domande e verifiche importanti che i proprietari di multiproprietà dovrebbero fare se si rivolgono a una società terza che si offre di aiutarli a uscire e vendere la loro multiproprietà:

  • Da quanto tempo è in attività la vendita di multiproprietà? Cercare diversi anni di esperienza nel settore è un segno positivo.
  • Siete una società a responsabilità limitata e siete registrati presso la Companies House del Regno Unito o un ente equivalente? Qual è il numero della società? Se non è possibile rintracciare facilmente la società online, questo dovrebbe insospettirvi. 
  • Chi è il vostro assicuratore di responsabilità civile professionale? Chiedete alla compagnia di inviarvi i dettagli della polizza.
  • Chiedete qual è il loro tasso di successo nella vendita di multiproprietà. Chiedete quante multiproprietà vendono ogni settimana/mese/anno.
  • Chiedete le referenze dei clienti precedenti, che potrete contattare per chiedere la loro esperienza di utilizzo dell'azienda.
  • Chiedete se la vostra multiproprietà è elencata su siti di annunci pubblici. Chiedete di inviarvi il link al sito in cui sarà pubblicizzata la vostra settimana. 
  • Informatevi sulle tariffe, sulle opzioni di pagamento e sulle scadenze. Evitate le società che chiedono grandi spese anticipate e che richiedono bonifici bancari diretti per il pagamento.
  • Chiedete con quale frequenza vi verrà fornito un aggiornamento sui progressi della vendita. L'azienda deve fornire frequenti aggiornamenti sullo stato di avanzamento e non deve passare in sordina.
  • Chiedete loro di spiegarvi passo per passo il processo di vendita. Chiedete loro di inviarvi per e-mail questo processo passo dopo passo. Assicuratevi di aver compreso l'intero processo e la tempistica, in modo che le aspettative siano chiare.
  • Chiedete e leggete attentamente i termini e le condizioni (T&C) del servizio. Se qualcosa non ha senso, fate attenzione a procedere. 
  • Chiedete cosa succede se non riescono a vendere la vostra multiproprietà. Assicuratevi che siano delineate le fasi successive se non si materializzano acquirenti.
  • Mettete per iscritto tutti gli impegni verbali e le comunicazioni dell'azienda. 

 

Effettuare un'accurata due diligence sulla società, verificare le credenziali, comprendere il processo, le commissioni e porre le giuste domande può dare ai proprietari di multiproprietà la certezza di lavorare con una società di vendita affidabile. Si consiglia di rivolgersi a un professionista legale locale, piuttosto che a uno trovato tramite una ricerca su Internet.

Ulteriori informazioni per i proprietari di multiproprietà che risiedono al di fuori del Regno Unito saranno disponibili a tempo debito. Nel frattempo, se non siete sicuri delle credenziali di una società che sta cercando di aiutarvi a uscire dalla vostra multiproprietà, consultate un professionista legale qualificato.

Multiproprietà in Spagna - Le sentenze della Corte Suprema spagnola spiegate:
 
Panoramica
Dal 2015, la Corte Suprema spagnola ha emesso sentenze relative ai contratti stipulati ai sensi della legge spagnola sulla multiproprietà del 1998.
Questa legge è stata abrogata nel 2012, quando è stata introdotta la seconda legge spagnola sulla multiproprietà, pertanto le sentenze
si riferiscono alle vendite effettuate tra gennaio Dal 1999 al 2012. Nella maggior parte dei casi, i giudici hanno stabilito che i contratti non sono validi e devono essere riavvolti.
Sfondo
La legge del 1998 ha regolamentato per la prima volta la multiproprietà in Spagna e ha imposto l'obbligo di che i regimi abbiano una data di scadenza non superiore a 50 anni. Inoltre, prevedeva un periodo di transizione disposizioni che prevedono la regolamentazione delle vendite di multiproprietà presso gli schemi esistenti quando la legge è entrata in vigore. La legge prevedeva che avessero una durata massima di di 50 anni, se non diversamente indicato nell'atto di adattamento. Anche il preambolo della legge ha incluso un paragrafo in cui si afferma che la legge non intende alterare schemi preesistenti, semplicemente rendendoli oggetto di pubblico dominio, così come il loro metodo di funzionamento. Oltre alla "regola dei 50 anni" descritta sopra, la Corte Suprema si è pronunciata anche sulla vendita di diritti di superficie, dove l'oggetto del contratto deve essere accuratamente descritto, come ad esempio l'ubicazione dell'edificio, il periodo di utilizzo da parte del cliente, eccetera, e l'accettazione di pagamenti anticipati durante il periodo di ripensamento esteso.diritti, in cui l'oggetto del contratto deve essere descritto con precisione, come ad esempio la
 
Quali azioni ha intrapreso l'industria?
Si ritiene che i giudici della Corte Suprema in Spagna abbiano interpretato in modo errato il testo della legge del 1998. legge sulla multiproprietà e, di conseguenza, l'industria si è adoperata per convincere il governo a introdurre una modifica della legge.

Che cosa devo fare se vengo contattato da un'azienda che sostiene di poter annullare il mio contratto e di assicurarmi una rimborso e/o risarcimento?
A causa della limitata applicabilità della sentenza della Corte Suprema e della probabilità che si possa essere addebitati per l'utilizzo della multiproprietà da quando è stata acquistata, se il caso non ha esito positivo, noi raccomandiamo a tutti i proprietari contattati da una sedicente società di reclami di considerare le loro opzioni. con molta attenzione prima di prendere qualsiasi decisione.
 
Se si desidera cedere la propria multiproprietà, è necessario contattare prima il resort o il promotore e in primo piano. Molti resort, tra cui tutti i membri della RDO, dispongono di un programma di uscita e, a seconda della In base alla vostra situazione personale, potreste essere in grado di restituire la vostra multiproprietà gratuitamente, a condizione di le spese di gestione sono completamente aggiornate.

Consigli per la rivendita e il rilascio di multiproprietà

A volte i proprietari di multiproprietà devono restituire o vendere le loro settimane di multiproprietà per una serie di motivi diversi. In questo caso, i proprietari che cercano di rivendere o rilasciare possono essere estremamente vulnerabili agli operatori fraudolenti.

Prima di rivolgersi a una società terza, EUROC consiglia di rivolgersi direttamente al proprio club/resort per discutere le opzioni disponibili, in quanto il club potrebbe già disporre di un programma di rivendita interno. 

Se scegliete di parlare o di vendere o rilasciare la vostra multiproprietà attraverso una società terza, siate molto cauti se questa:

  • Vi ha contattato in modo non sollecitato e ha avviato un contatto via e-mail, telefono o sms - è probabile che si tratti di un caso di furto di dati.
  • Stato che il vostro club/resort, una società di scambio o un elenco europeo di proprietari di multiproprietà abbiano fornito il vostro numero di telefono e/o abbiano chiesto loro di contattarvi. Non sarà così.
  • Dichiarare di avere già un acquirente per la vostra multiproprietà.
  • Dirvi di non parlare con il vostro club e di occuparsi solo di loro.
  • Promessa pagare un prezzo insolitamente alto per la vostra multiproprietà.
  • Chiedere il pagamento di una tassa anticipata per scopi legali, di registrazione o amministrativi al fine di vendere la vostra multiproprietà. Questo è ormai illegale.
  • Pressione di iscriversi a un club vacanze o a un club di viaggio a prezzi scontati in cambio della vostra multiproprietà.
  • Una società di avvocati chiede un pagamento anticipato? per aiutarvi a ottenere il rimborso del denaro pagato a un'azienda che non ha fornito il servizio promesso.

Se si sceglie di non contattare il fornitore della multiproprietà per discutere le opzioni di rivendita/uscita della multiproprietà e ci si rivolge a una terza parte, si rischia di cadere vittima di una frode in multiproprietà e di dover sborsare ingenti somme di denaro senza che la multiproprietà sia uscita e con spese di manutenzione arretrate.

Ecco alcuni consigli utili per i proprietari di multiproprietà che desiderano rivendere la propria multiproprietà:

  • Parlate con il vostro club/resort - alcuni club/resort potrebbero cercare di vendere la vostra settimana per voi attraverso il loro programma di rivendita interno.
  • Utilizzate un intermediario di rivendita affidabile - hanno esperienza nella commercializzazione e nella vendita di multiproprietà. Valutate bene i broker. Evitate le spese iniziali elevate.
  • Essere flessibili sul prezzo di vendita - essere disposti a negoziare o ad abbassare il prezzo se inizialmente non ci sono acquirenti al prezzo di listino. È molto raro che le multiproprietà di seconda mano raggiungano prezzi elevati. Non otterrete nulla di simile a quanto avete pagato.  
  • Agite in fretta se interessati - Le multiproprietà si vendono più rapidamente se si sfrutta subito l'interesse degli acquirenti. Siate diligenti, ma non indugiate una volta ricevuta un'offerta seria.
  • Assumere un avvocato con servizi di deposito a garanzia - Questo protegge entrambe le parti trattenendo i fondi fino al trasferimento ufficiale dell'affare.
  • Comprendere tutte le spese di trasferimento - cercare di coprire o essere pronti a finanziare in parte le spese di trasferimento del resort, in modo che non ricadano sull'acquirente. Questo può scoraggiare gli acquirenti.

In Europa non esistono società di rivendita di multiproprietà regolamentate. Non fanno parte di alcun pacchetto di protezione dei consumatori. Ponete a chi vi rivolgete le domande indicate nella sezione "Uscita" delle FAQ "Considerazioni se vengo contattato per l'uscita dalla multiproprietà da una società terza".

Nel Regno Unito, le società che sono regolamentate dalla Financial Conduct Authority (FCA) o che sono quotate presso la Solicitors Regulatory Authority (SRA) sono vincolate da regole operative e normative rigorose. 

Se una società è in grado di fornirvi un numero FCA o un numero SRA, potete verificarlo attraverso i registri FCA e SRA. 

  • Utilizzare il registro SRA qui   
  • Utilizzare il registro FCA qui
  • Verificare se una società è registrata presso l'Information Commissioners Office (ICO). qui 

 

Ulteriori informazioni per i proprietari di multiproprietà che risiedono al di fuori del Regno Unito saranno disponibili a tempo debito. Nel frattempo, se non siete sicuri delle credenziali di una società che sta cercando di aiutarvi a uscire dalla vostra multiproprietà, consultate un professionista legale qualificato.

Se si sceglie di non contattare il fornitore della multiproprietà per discutere le opzioni di uscita dalla multiproprietà e ci si rivolge a una terza parte, si rischia di cadere vittima di una frode in multiproprietà e di dover sborsare ingenti somme di denaro senza che la multiproprietà sia uscita e con spese di manutenzione arretrate.

Frodi legate alla multiproprietà

Ecco alcuni passi da compiere se si ritiene di essere vittima di una frode legata alla multiproprietà:

  • Esaminare il contratto e la documentazione - verificare la presenza di eventuali clausole relative a rimborsi, politiche di risoluzione, periodi di riflessione o garanzia di rimborso. Questo può aiutare a recuperare il denaro.
  • Presentare reclami alle agenzie di tutela dei consumatori - organizzazioni come Azione antifrode nel Regno Unito possono registrare i reclami che possono dar luogo a indagini.
  • Consultare un avvocato - un professionista legale può esaminare il caso e i contratti per determinare se è possibile intraprendere un'azione legale per recuperare il denaro perso.
  • Rapporto alla polizia - denunciare la frode alle forze dell'ordine locali.
  • Contestare gli addebiti sulla carta di credito - se avete pagato con una carta di credito, potreste essere in grado di contestare gli addebiti come fraudolenti.
  • Contattare la propria banca - informate immediatamente la vostra banca se la frode ha coinvolto i vostri conti bancari, carte di credito o di debito. La banca può bloccare i conti e rintracciare le transazioni.
  • Contattare il fornitore di multiproprietà - spiegare la situazione, perché potrebbero essere in grado di offrire consigli e indicazioni.
  • Contattare il fornitore di multiproprietà - spiegare la situazione, perché potrebbero essere in grado di offrire consigli e indicazioni.
  • Hub di supporto per la multiproprietà EUROC - L'EUROC Timeshare Support Hub offre aiuto e guida ai proprietari di multiproprietà in Europa e si trova a qui.


Consulenze per i consumatori - a chi posso rivolgermi per avere consigli e segnalare un'azienda?
Ecco alcuni consigli su come denunciare una frode se siete stati vittime nel Regno Unito:

  • Contattare Action Fraud - è il centro nazionale di segnalazione delle frodi e dei crimini informatici nel Regno Unito. È possibile segnalare gli incidenti online o per telefono. Il sito web di Action Fraud è qui e il numero di telefono è 0300 123 2040.
  • Segnalazione alla propria banca - informate immediatamente la vostra banca se la frode ha coinvolto i vostri conti bancari, carte di credito o di debito. La banca può bloccare i conti e rintracciare le transazioni.
  • Presentare una denuncia alla polizia locale - recatevi alla stazione di polizia più vicina per sporgere un rapporto ufficiale di polizia sulla frode. Ottenete una copia del rapporto. 
  • Relazione alle autorità di regolamentazione competenti - se si tratta di una frode di acquisto online, segnalatela al National Trading Standards. Se si tratta di una frode di investimento, segnalatela alla FCA.
  • Segnalare l'e-mail/sito web - se siete stati truffati tramite e-mail o un sito web falso, segnalate l'indirizzo e-mail o il dominio del sito web per farlo chiudere.
  • Cercare assistenza alle vittime Organizzazioni come Assistenza alle vittime e Consulenza ai cittadini possono offrire risorse e consigli alle vittime di frode. Conservate tutte le prove della frode quando presentate la denuncia. Agire rapidamente può aumentare le possibilità di recuperare le perdite e prevenire ulteriori danni.

 

Contattare la banca o il fornitore di servizi finanziari
Ecco i numeri di telefono per le frodi di tutte le banche del Regno Unito:

Banca

Linea di assistenza antifrode

Gruppo AIB (Regno Unito) plc

0800 915 1101

Allied Irish Banks, p.l.c.

0800 915 1101

Bank of Ireland UK plc

0800 085 2655

Barclays Bank UK plc

0800 096 7491

Clydesdale Bank plc

0800 011 7771

Danske Bank A/S

0800 316 0899

First Direct

0800 915 4801

Halifax plc

0800 072 3186

HSBC Bank plc

0800 030 0121

Lloyds Bank plc

0800 915 6101

Metro Bank plc

0800 083 1688

Monzo Bank Ltd

0800 802 1221

NatWest

0800 011 6000

Società edilizia nazionale

0800 907 2000

Banca del Nord Limited

0800 011 7771

Royal Bank of Scotland plc

0800 922 1000

Santander UK plc

0800 9 123 123

TSB Bank plc

0800 912 8000

Ulster Bank Limited

0800 011 7771

Virgin Money plc

0800 912 9353

Ulteriori informazioni per i proprietari di multiproprietà che risiedono al di fuori del Regno Unito saranno disponibili a tempo debito. Nel frattempo, se non siete sicuri delle credenziali di una società che sta cercando di aiutarvi a uscire dalla vostra multiproprietà, consultate un professionista legale qualificato.

Chiamate a freddo e contatti non richiesti

Ecco una breve guida per i consumatori per ridurre le chiamate e i contatti indesiderati nel Regno Unito:

  • Chiedete all'interlocutore di fermarsi. chiedete semplicemente all'azienda che vi chiama di smettere di telefonarvi e dite loro che se non lo faranno, li denuncerete alle autorità. 
  • Registrarsi al Servizio di Preferenza Telefonica (TPS) o a un servizio equivalente a seconda del paese di residenza. - aggiungete il vostro numero al registro TPS per non ricevere telefonate di vendita/marketing. È gratuito.
  • Iscrivetevi al Mailing Preference Service (MPS) o a un servizio equivalente a seconda del vostro paese di residenza. - l'MPS rimuove il vostro nome dalle liste utilizzate per la posta indesiderata. Nel Regno Unito, è possibile registrarsi online qui. 
  • Utilizzare strumenti di blocco delle chiamate - contattate il vostro gestore telefonico per conoscere i servizi di blocco delle chiamate o scaricate applicazioni che possono bloccare i chiamanti molesti. Utilizzate l'opzione di blocco del vostro telefono. Anche sui telefoni cellulari è possibile bloccare i numeri, a seconda del tipo di telefono posseduto. Cercate "Blocca chiamante" per sapere come fare.
  • Non rispondete alle chiamate di numeri sconosciuti - lasciate che i numeri sconosciuti rispondano alla segreteria telefonica. Se è importante, il chiamante lascerà un messaggio.
  • Riattaccare le chiamate sospette - non interagire con chi chiama in modo discutibile. Chiudete la telefonata se sospettate che si tratti di una telefonata a freddo. 
  • Rimuovere il proprio numero di telefono dagli elenchi telefonici - contattare i siti di elenchi per rinunciare alla pubblicazione del proprio numero. 
  • Non acconsentire mai alle chiamate a freddo - essere consapevoli che i truffatori registrano le risposte "sì" come consenso. Evitate di impegnarvi.
  • Segnalare chi chiama a freddo - informare l'Information Commissioner's Office (ICO) in merito a chiamate/testi persistenti e non richiesti per un'eventuale indagine sul TCP.
  • Scorrere fino alla fine delle e-mail indesiderate per cercare il pulsante di annullamento dell'iscrizione.

 

Dire "no" in modo chiaro e utilizzare i servizi di opt-out può aiutare a ridurre i contatti invadenti a freddo. Siate vigili nel proteggere le vostre informazioni di contatto.

Ecco i link ai servizi citati nella precedente risposta sulla riduzione delle chiamate e dei contatti indesiderati nel Regno Unito:

Servizio di preferenza telefonica (TPS) https://www.tpsonline.org.uk

Mailing Preference Service (MPS): https://www.mpsonline.org.uk

192.com (modifica informazioni personali): https://www.192.com/optout/

Information Commissioner's Office (ICO): https://ico.org.uk

Questi servizi consentono ai consumatori di rinunciare alle chiamate di marketing, alla posta indesiderata, agli elenchi di numeri e ai contatti per la raccolta di fondi per beneficenza. La registrazione è gratuita e semplice per i residenti nel Regno Unito e aiuta a ridurre al minimo i contatti fastidiosi a freddo.

Come in molti settori, alcune aziende vedono un'opportunità di mercato (una possibilità di guadagno) e scelgono la radio come mezzo di marketing. È simile alle aziende che scelgono di pagare per gli annunci pubblicitari con Google. Il fatto che una pubblicità sia trasmessa alla radio non significa che sia legittima, quindi assicuratevi di controllare l'azienda prima di impegnarvi con essa. È simile alle aziende che scelgono di pagare le pubblicità con Google. 

Ecco alcuni metodi che potete utilizzare per denunciare le aziende che vi hanno contattato illegalmente tramite chiamate a freddo, e-mail o messaggi senza il vostro consenso nel Regno Unito:

  • Relazione all'ICO - l'Information Commissioner's Office indaga sul marketing elettronico non autorizzato. Fate una segnalazione sul loro sito web.
  • Rapporto al TPS - se ricevete telefonate di vendita non richieste, segnalate i numeri al Telephone Preference Service che può emettere multe.
  • Inoltrare testi di spam - inoltrare gratuitamente gli SMS di spam al numero 7726. In questo modo vengono segnalati al vostro provider di telefonia mobile.
  • Utilizzare il processo di opt-out dell'azienda - cercate i link di opt-out/disiscrizione nelle e-mail o rispondete "STOP" ai messaggi di testo.
  • Chiamare direttamente l'azienda - contattare il loro servizio clienti per informarli di interrompere i contatti e di rimuovervi dai loro elenchi.
  • Reclamo alla Direct Marketing Association - presentare un reclamo alla DMA se l'azienda viola il suo codice di condotta. Si noti che non tutte le aziende ne fanno parte. 
  • Segnalazione a Action Fraud - se si sospetta un contatto truffaldino, segnalarlo ad Action Fraud, il centro di segnalazione frodi del Regno Unito. 

 

Documentare i contatti indesiderati e segnalarli attraverso i canali ufficiali crea una traccia cartacea nel caso in cui sia necessario intraprendere ulteriori azioni legali. Il segreto è rinunciare attivamente ai contatti.

EUROC raccoglie anche informazioni sui contatti non richiesti e sulle aziende coinvolte e le trasmette alle autorità competenti. Per inviarci queste informazioni, cliccate su qui.

Scambio di multiproprietà

I proprietari possono depositare le settimane o i punti di proprietà in un pool di scambio globale. In cambio, possono consultare i resort disponibili in tutto il mondo e prenotare una prenotazione equivalente utilizzando il loro deposito.

Gli scambi introducono la flessibilità, ma alcuni depositi hanno un "potere di scambio" più elevato in base a fattori quali la popolarità del resort e la stagione. Le società di scambio vendono anche settimane di noleggio scontate dalle scorte in eccesso ai soci come opzioni di reddito aggiuntivo. 

La maggior parte dei proprietari di multiproprietà utilizza programmi di scambio gestiti da società come:

Reclami sul fornitore di multiproprietà

Per le multiproprietà possedute presso un club a gestione indipendente

Se il club/resort è gestito in modo indipendente, senza società di gestione o sviluppatori, i proprietari dovrebbero sempre cercare di risolvere qualsiasi problema direttamente con il fornitore della multiproprietà. Tuttavia, se si ritiene di dover sollevare un problema o chiedere ulteriori consigli, si consiglia di contattare EUROC via e-mail: support@euroc.org

Per le multiproprietà possedute in un club gestito da un promotore o da una società di gestione (non indipendente)

Se si possiede una multiproprietà presso un club gestito da un promotore, è probabile che questi sia un membro della Resort Development Organisation (RDO), l'associazione di categoria per la multiproprietà in Europa. Possono anche essere membri di EUROC. Vedi i membri qui

RDO I membri (gli sviluppatori) sono vincolati da un codice di condotta e da un sistema di arbitrato indipendente, che fornisce livelli di protezione superiori a quelli previsti dalla legge. In caso di reclamo o di preoccupazione nei confronti del proprio promotore, si raccomanda di seguire in prima istanza i consigli elencati in precedenza nella sezione "Consigli generali". Tuttavia, se desiderate presentare un reclamo formale, potete anche scaricare il modulo di registrazione del reclamo elencato qui sul sito Sito web della RDO. 

EUROC raccoglie dati sulle attività fraudolente e li trasmette alle autorità competenti. Potete anche segnalarci le frodi qui

Se non riuscite a trovare una risposta qui?

Il nostro Support Hub offre la possibilità di telefono o e-mail quindi fate clic sul pulsante sottostante per tornare alla pagina iniziale di Support Hub.